Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘versiculi’ Category

La veranda che prospetta il tuo domani

chiude una invetriata a pochi passi

dal tuo desiderare. Nulla tu

vedi di là da quella. Dal passato

soffiano invece sul suo specchio falso

raffiche infinite di esistenze

a caso precipitate l’una

nell’altra aggranellandosi

nel disegno della

tua piccolezza

finalmente.

Così un flagello di neve

da troposfere polari

sferza i suoi mille fiocchi

succhiati al ventre dei mari,

poi per ansiose spirali

li costringe dentro un vicolo

cieco della città vecchia –

tra un camino che fuma

e il volo frettoloso di un uccello.

Annunci

Read Full Post »

 

È appena uscita sulla rivista di informazione libraria LEGGERETUTTI una attenta recensione di Fiorella Cappelli al mio libro di poesie Chiasmo apparente pubblicato nel 2016 da LietoColle:

http://www.leggeretutti.net/site/chiasmo-apparente-di-paolo-mazzocchini/

Invito ovviamente a leggerla insieme ad un’altra pagina della stessa autrice che la rivista dedica specificamente ad una delle liriche (Poiesis) contenute in quella raccolta:

http://www.leggeretutti.net/site/giropoetando-nel-web-poiesis-di-paolo-mazzocchini/

Read Full Post »

La mia recente raccolta di poesie Pietra e farfalla (edita nel 2017 con Ladolfi) è stata appena segnalata dalla rivista on line YAWP Giornale di letterature e filosofie, che ne riporta, oltre ad uno stralcio dell’introduzione di Giulio Greco, alcune liriche significative:

http://www.letterefilosofia.com/pietra-e-farfalla-poesie-edite-di-paolo-mazzocchini/

Read Full Post »

Risultati immagini per giocatore in panchina

Settembre: tempo di accomodarsi

in panchina, desiderare il gioco

dal bordo del rettangolo, acquattato

nell’angolo della tua cabina.

Riassèstati dentro abitudini

scavate nella roccia, rifiata,

asciuga bene, goccia dopo

goccia, il pathos di troppo

giovanili incursioni. Stoppa

ogni estemporanea sortita

di voce, ogni urlo di luce

stringilo nella gola. Distanza

della visione, gratuita adulta

intelligenza della geometria del gioco

siano il fuoco di questa tua

diversa prospettiva di vita.

Siano altri a rischiare

il premio di partita.

Read Full Post »

Risultati immagini per pensione scuola

Cominciammo a insegnare

nel giurassico della guerra fredda

quando si ergeva alto come un destino

il muro di Berlino e funzionavano

persino le cabine telefoniche, in attesa

dell’avvento del Dio Telefonino.

 

Considerate quanto siamo antichi.

 

Negli uffici di segreteria

sopravvivevano ancora i ciclostili

ticchettavano ancora le Olivetti

e le prove di maturità correvano

con le volanti della polizia.

 

Considerate quanto siamo vecchi.

 

Non esistevano allora: Smartphone, Ipod

Notebook, Tablet e diavoleria bella:

tutta la chincaglieria elettronica

che avrebbe acceso fantasie tra i banchi,

reso la scuola giovane, luccicante e snella.

 

Considerate quanto siamo stanchi.

 

Con l’Autonomia entrarono da noi

in gran frotta il PEI il POF il PTOF

gli IDEI il CIC i PON la ASL

i BES, l’UDA, il PDP, il RAV: tutto

l’esercito scoppiettante delle sigle

che alla moderna paideìa

tante vittorie fruttò, tanti trofei.

 

Considerate quanto colmi ne sien gli ….

 

E provocandovi a scoprir la rima a effetto

(acherontei? atenei? epicurei?)

vi salutiamo tutti con affetto.

Read Full Post »

Risultati immagini per edipo tebe pasolini

Non chiedetemi la strada

il senso di marcia, le mète,

le gratificazioni venture. No

ragazzi, vi prego: non sono (più?)

nelle condizioni di azzardare

previsioni, vaticinare

giudizi, garantire

ambizioni. Il futuro

ha smesso di esistere

così come il valore assoluto

delle vostre prestazioni.

A qualcuno/a piacerete come amanti,

ad altri come amici compiacenti, ad altri

come ossequiosi parenti, ad altri quali

zelanti zerbini della customer

satisfaction, ad altri ancora in vece

di portaborse astuti e corrivi. E

per gli stessi motivi per i quali

ad alcuni piacerete, dispiacerete

ad altri. Sic res se habet. Che volete

farci: il vecchio prof può ancora

dare i numeri – sbagliando -: un otto

o un dieci. Non pronuncia sentenze

circa il vostro cammino. Non rilascia

marchi di qualità. Non è proprio

sulle sue ginocchia artritiche

che riposa il vostro luminoso

destino. Non chiedetemi

il biglietto per Ancona

o per Tebe.

Read Full Post »

Risultati immagini per tramonto conero

Ruggine di mare,

polline decomposto

da mille stagioni ridisegna

il parabrezza sfocato del presente.

Procedo, verso casa. Il cielo è stellato, prosciugato

dalla pioggia di marzo. Un gregge di nuvole sul Conero

s’abbranca ai tetri muraglioni del tramonto. Ricordo

quando piccolo non nascevano là che albe, e io

accecato dal mare nei mattini d’estate,

e le reti strascicate sulla sabbia

stillavano

oro.

 

Read Full Post »

Older Posts »